http://www.vogelwarte.ch
http://www.ala-schweiz.ch/
http://www.nosoiseaux.ch
http://www.ficedula.ch
 
fr
de
it
en
Visitatore Anonimo  
 
Pagina iniziale ornitho.ch
I partners di ornitho.ch
Consultare
  Le osservazioni
    - 
Gli ultimi 2 giorni
    - 
Gli ultimi 5 giorni
    - 
Gli ultimi 15 giorni
 - 
Le gallerie
Dati e analisi
 - 
Corriere piccolo 2017
 - 
Cuculo 2017
 - 
Forapaglie macchiettato 2017
 - 
Luì verde 2017
 - 
Tortora selvatica 2017
 - 
Canapino comune 2017
 - 
Cannaiola verdognola 2017
 - 
Vanessa atalanta 2017
 - 
Lista degli uccelli della Svizzera
Informazioni
 - 
Leggere le ultime novità
 - 
Diritti d'accesso
 - 
Specie a pubblicazione limitata
 - 
Calcolo delle coordinate
 - 
Codice di comportamento
  Aiuto
    - 
Spiegazione dei simboli
    - 
Le domande più frequenti
    - 
Video didattici
  Statistiche
Leggere le ultime novità
pagina :
 
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
>
>|
no./pag. :
nro : 312
 
venerdì 16 giugno 2017
avinews
Farfalle diurne
Avete visto un vulcano Vanessa atalanta? Comunicate la vostra osservazione!

La farfalla Vulcano Vanessa atalanta è una specie migratrice che ogni anno colonizza il nord dell’Europa partendo da sud. In autunno, la generazione nata da questi arrivi primaverili migra a sua volta verso sud.

Con l’aiuto della scienza partecipativa, il gruppo di ricerca “Migrazione ed Ecologia degli Insetti” dell’Università di Berna raccoglie le osservazioni di farfalle Vulcano. Tutti sono invitati ad unirsi al progetto! Partecipate e segnalate ogni osservazione via www.ornitho.ch!

Oppure puoi usare NaturaList (applicazioni per smartphone) per segnalare qualunque avvistamento dell’Atalanta.

Per maggiori informazioni, visitate il sito dedicato al progetto: https://insectmigration.wordpress.com/red-admiral-migration/la-migrazione-dellatalanta/

Grazie fin d῾ora per la vostra preziosa collaborazione!

 

Marco Thoma, gruppo di ricerca “Migrazione ed Ecologia degli Insetti”, Università di Berna

 

PS: Ci segua pure su Facebooke Twitterper conoscere le novità relative al progetto e altre informazioni su attività analoghe.

inviato da Hans Schmid
 
martedì 25 aprile 2017
avinews
Uccelli
Educazion ornitologica nel Medio Oriente

I problemi ambientali sono giganteschi nel bacino del Mediterraneo. Ad esempio, la cattura di uccelli migratori è un problema molto serio. Per porre rimedio a questo ci sono più possibilità, ma se vogliamo cambiare mentalità, solo l'istruzione è efficace. Dobbiamo quindi fornire alle giovani generazioni una formazione sul birdwatching. Questo è uno dei nostri obiettivi in Israele, Palestina e Giordania, dove abbiamo accesso a un gran numero di classi tra beduini e arabo. Saremmo così felici di ottenere le attrezzature ornitologiche (binocoli, cannocchiali, trepiedi) per offrirli alle scuole in loco. Se si dispone di tale materiale per dare, grazie a contattare me o inviarlo al seguente indirizzo:

Alexandre Roulin, Università di Losanna, Bâtiment Biophore, Département d’écologie et évolution, 1015 Lausanne, 079 686 08 64

inviato da Hans Schmid
 
giovedì 13 aprile 2017
avinews
Uccelli
Comunicato del COS

Il Comitato di omologazione svizzero (COS) comunica che il verbale della seduta del 1.3.2017 può essere consultato sul sito internet www.vogelwarte.ch/cos. Fra i dati omologati compaiono, fra l'altro, la 16a segnalazione di Nibbio bianco, 4segnalazioni di Aquila anatraia maggiore e la 2a segnalazione invernale di Occhiocotto.

Per facilitare il lavoro amministrativo, il COS chiede agli osservatori di inviare tempestivamente i rapporti di omologazione, se possibile in forma elettronica (preferibilmente in formato Word) all'indirizzo sak@vogelwarte.ch, con le eventuali fotografie. Il formulario elettronico può essere scaricato dal sito internet del COS (www.vogelwarte.ch/cos-downloadswww.vogelwarte.ch/cavs-downloads).

Il COS vi ringrazia calorosamente e vi augura interessanti osservazioni primaverili!

inviato da Bernard Volet
 
venerdì 31 marzo 2017
avinews
Uccelli
Ultima stagione per l'Atlante europeo EBBA2

Il 2017 coincide con l'ultima stagione di campo per il secondo Atlante degli uccelli nidificanti in Europa. In alcuni paesi, specialmente dell'Europa sud-orientale la copertura è ancora insufficiente. Serve aiuto per completare le lacune, ad esempio in occasione di escursioni o vacanze. Ecco qui segnalati i dettagli. Le maggiori lacune sono evidenziate su questa mappa. Per segnalare le osservazioni è fortemente consigliata l'app NaturaList, che può essere utilizzata in tutta Europa. Le liste di osservazione complete sono particolarmente utili per questo progetto.

Grazie per la vostra collaborazione preziosa. Vi auguriamo una piacevole raccolta di dati, ovunque voi siate in Europa!

inviato da Hans Schmid
 
venerdì 3 marzo 2017
avinews
Uccelli
EuroBirdPortal: 100 specie disponibili

EuroBirdPortal continua a fare progressi: le carte e i diagrammi si riferiscono ora a 100 specie. Sono stati integrati anche i dati del 2015, naturalmente anche con tutti i dati dei portali ornitho.  Gabriel Gargallo, coordinatore del Progetto dichiara: «Il progetto EBP permetterà di comprendere sempre meglio la distribuzione spazio temporale degli uccelli in Europa e permetterà così di affrontare una serie di temi molto importanti per quanto concerne la conservazione e la gestione degli uccelli ». Sottolinea inoltre l'importanza di questo progetto:« Complessivamente i partner di EBP raccolgono annualmente circa  40 milioni di osservazioni grazie all'impegno di oltre 100'000 rilevatori attivi. Si tratta del maggior flusso di dati di scienza partecipativa; il più grande progetto e il più dinamico riguardante la biodiversità in Europa »

Vi incoraggiamo a utilizzare EuroBirdPortal senza timore!

inviato da Hans Schmid
 
mercoledì 1 marzo 2017
avinews
Farfalle diurne
Ha già osservato una Atalanta? La segnali!

Dall’Italia all’Irlanda, dal Portogallo alla Finlandia più di quaranta fra portali e istituzioni scientifiche europee (Citizen Science) sostengono il nostro studio su presenza e migrazione dell’Atlanta (Vanessa atalanta). Anche grazie a numerose segnalazioni di rilevatori svizzeri, abbiamo già raccolto centinaia di migliaia di osservazioni. Questa miriade di informazioni ci permette di analizzare la migrazione dell’Atalanta con una precisione spazio-temporale senza precedenti.

Con le sue ali nere dalle bande rosse e con macchie bianche, è molto caratteristica e non può essere confusa con altre farfalle diurne. La Vanessa atalanta è una farfalla migratrice, dall’Europa meridionale colonizza ogni anno quella centrale e settentrionale e in autunno le nuove generazioni fanno ritorno a Sud. Noi studiamo l’influenza di fattori esterni sulla presenza della specie e la sua risposta ai cambiamenti climatici.

Abbiamo bisogno del suo aiuto! La preghiamo di segnalarci tutte le osservazioni di Vanessa atalanta.

Registri la data, il luogo e il numero di individui osservati e indichi se si tratta di farfalle adulte (imago), di bruchi o di pupe. Ulteriori informazioni, quali comportamento o direzione di volo, sono molto preziose.

Puntuali aggiornamenti sull’evolvere del progetto saranno pubblicati sul nostro sito internet

Ci segua pure su Facebooke Twitter per conoscere le novità relative al progetto e altre informazioni su attività analoghe.

 

Con i migliori ringraziamenti

 

Marco Thoma, gruppo di ricerca «Migrazione e Ecologia degli insetti», università di Berna

Documento da scaricare :  MapsupportingPortals20170207s-8808.jpg
inviato da Hans Schmid
 
venerdì 20 gennaio 2017
avinews
Uccelli
Lo Zigolo golarossa - in Italia è uno svernante regolare..

La segnalazione degli Zigoli golarossa di questi giorni a Locarno è certamente un evento per quanto riguarda la Svizzera. Se diamo un'occhiata alle segnalazioni in Italia notiamo che la presenza invernale, specialmente  nelle regioni settentrionali, è regolare. In ornitho.it dal  2008 sono registrate più di 150 osservazioni. Lo Zigolo golarossa arriva lì in pieno inverno, mescolato ai gruppi di altri zigoli. Vale la pena di osservare attentamente questi gruppi!

Il vostro ornitho.ch-Team

inviato da Hans Schmid
 
martedì 17 gennaio 2017
technews
Le gallerie sono state rinnovate

Le gallerie delle immagini e dei suoni sono state rinnovate e aggiornate. Le foto possono ora essere visualizzate in un formato più grande. Inoltre, è possibile nasconderle singolarmente. Se desiderate che una delle vostre foto sia visibile solo a voi e agli amministratori, potete nasconderla utilizzando la chiave rossa quando la mettete sul sito. Infine, le registrazioni sonore sono presentate sotto forma di un sonogramma.

Speriamo che queste nuove funzionalità possano piacervi!

inviato da Hans Schmid
 
mercoledì 11 gennaio 2017
tipnews
Mammiferi
Quando muta la livrea dell’Ermellino in inverno?

La pelliccia estiva dell’Ermellino (Mustela erminea) è marrone scura nella parte dorsale e bianca nella zona ventrale, invece in inverno questa muta per divenire completamente bianca con la sola punta della coda nera. Dalle osservazioni occasionali fin qui raccolte, l’inizio del cambio livrea avviene in ottobre ma si sono notate delle differenze regionali nel periodo di muta. Individui con mute intermedie sono stati osservati in tutti i mesi tra ottobre e dicembre e tra marzo e aprile in percentuali variabili. Solo nei mesi di gennaio e febbraio non sono mai stati osservati Ermellini con colorazione estiva della pelliccia. I primi individui completamente bianchi appaiono nel mese di novembre e gli ultimi nel mese di aprile. Lo sviluppo stagionale del fenomeno è condizionato dalle temperature e dalle ore di luce quotidiane, quindi si presuppone che il cambiamento climatico possa influenzare in futuro questo processo. Pertanto le informazioni riguardanti la muta degli Ermellini rivestono un certo interesse ed è il motivo per il quale chiediamo a chi osserva Ermellini di comunicarci se l’individuo avvistato possiede una pelliccia invernale completamente bianca, marrone estiva o una muta incompleta. Anche in questo caso, non dimenticate di segnalare il luogo dell’osservazione con coordinate geografiche precise.

inviato da Simon Capt
 
giovedì 5 gennaio 2017
avinews
Uccelli
I 10 anni di ornitho.ch in Svizzera

Sono trascorsi 10 anni proprio oggi da quando ornitho.ch veniva lanciato in Svizzera. Non è servito molto tempo per vedere il portale diventare la piattaforma nazionale per la raccolta e l'informazione. Oggi lo strumento è divenuto estremamente popolare. Durante questo decennio sono stati raccolti più di 10 milioni di dati e questo prodotto di qualità svizzera si è diffuso dalla Sicilia al Baltico.

Festeggeremo nuovamente questo anniversario in occasione della riunione dei collaboratori che si terrà a Sempach a fine gennaio.

In questi anni la Stazione ornitologica svizzera, Ala, Ficedula, Nos Oiseaux come pure il gruppo di conduzione hanno continuato i loro sforzi, in collaborazione con  Biolovision S.à.rl, per sviluppare semre più la piattaforma e rispondere ai desideri degli utenti. I circa 30 coordinatori regionali hanno allo stesso tempo lavorato senza tregua per assicurare il controllo dei dati e con questo l'elevata qualità dell'informazione contenuta nell'archivio. Colgo l'occasione per rivolgere a ciascuno i miei più calorosi ringraziamenti!

Hans Schmid, capo del gruppo di conduzione nazionale di ornitho.ch

inviato da Hans Schmid
pagina :
 
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
>
>|
no./pag. :
nro : 312
 
Biolovision Sàrl (Switzerland), 2003-2017