http://www.vogelwarte.ch
http://www.ala-schweiz.ch/
https://www.nosoiseaux.ch
https://www.ficedula.ch
 
fr
de
it
en
Visitatore Anonimo
 
Pagina iniziale ornitho.ch
I partners di ornitho.ch
Consultare
  Le osservazioni
    - 
Gli ultimi 2 giorni
    - 
Gli ultimi 5 giorni
    - 
Gli ultimi 15 giorni
 - 
Le gallerie
Dati e analisi
 - 
Volpoca 22-23
 - 
Gabbiano tridattilo 2022
 - 
Gru 2022
 - 
Quattrocchi 22-23
 - 
Porciglione 22-23
 - 
Tordo sassello 2022
 - 
Averla maggiore 2022
 - 
Lista degli uccelli della Svizzera
Informazioni
 - 
Leggere le ultime novità
 - 
Specie a pubblicazione limitata
 - 
Codice di comportamento
 - 
Calcolo delle coordinate
  Aiuto
    - 
Spiegazione dei simboli
    - 
Le domande più frequenti
    - 
Video didattici & istruzioni
  Statistiche
Leggere le ultime novità
pagina :
1
2
3
4
5
6
7
8
9
>
>|
no./pag. :
nro : 489
 
giovedì 24 novembre 2022
avinews
Uccelli
Comunicato del COS

Il Comitato di omologazione svizzero (COS) comunica che il verbale dell’ultima seduta del 9 novembre 2022 può essere scaricato dal suo sito internet www.vogelwarte.ch/cos. Fra i dati omologati compaiono, fra l'altro, la 2a segnalazione di Gruccione egiziano, l‘11asegnalazione di Cuculo dal ciuffo, la 12a segnalazione di Piro piro del Terek, la 14a - 16a segnalazione di Gabbiano corso, la 17a segnalazione di Zigolo golarossa, la 22a segnalazione di Marangone minore e la 20a segnalazionedi Aquila anatraia minoredal 1900.

I formulari per il Comitato di omologazione svizzero possono ora essere compilati direttamente su ornitho.ch. Il formulario online appare quando si inserisce un'osservazione che prevede la sua compilazione. Nella compilazione di quest’ultimo è particolarmente importante che descriva in maniera il più possibile dettagliata le circostanze in cui è avvenuta l’osservazione come pure l’uccello e/o il suo canto/richiamo. Qualsiasi tipo di documentazione aggiuntiva (ad es. schizzo di campo, foto) è benvenuto. Come regola generale, è la persona che ha scoperto l’uccello che è responsabile di documentare l’osservazione.

Il COS vi ringrazia calorosamente per la vostra preziosa collaborazione e vi augura interessanti osservazioni invernali!

inviato da Bernard Volet
 
mercoledì 23 novembre 2022
avinews
Uccelli
L'Atlante europeo degli uccelli nidificanti in Europa come regalo di Natale

Siamo lieti di informarvi che EBBA2 (in lingua inglese) è ora disponibile a un prezzo speciale di 60€ (più spese di spedizione). Dove si trovano le aree di riproduzione più vicine di specie come la Gru o l'Aquila di mare? Dove avvengono le nidificazioni più settentrionali del Cavaliere d'Italia? Questo libro offre una panoramica completa dell'attuale distribuzione di 596 specie di uccelli nidificanti in Europa e dei cambiamenti dagli anni '80. Il lavoro include anche dati provenienti dalla Svizzera, probabilmente anche i vostri!

Ordinate la vostra copia entro il 12 dicembre per riceverla prima di Natale, utilizzando il codice di sconto EBBA2EBCC.

inviato da Sämi Wechsler
 
mercoledì 16 novembre 2022
tipnews
Uccelli
Come si documenta l’osservazione di un uccello raro?

Alcune osservazioni sono marcate con un triangolo giallo con un punto di esclamazione. Questo significa che sono insolite e devono essere documentate. Si può trattare sia di una specie rara, sia di una data o di un luogo non abituale in cui l’osservazione è avvenuta.

I formulari per documentare tali osservazioni rare possono ora essere compilati direttamente su ornitho.ch. Saranno esaminati in seguito dal Comitato di omologazione svizzero (COS) in modo indipendente. Esso è composto da un gruppo di esperti che decidono se un’osservazione è sufficientemente documentata per essere utilizzata nella letteratura scientifica.

Su ornitho.ch il formulario online appare in modo automatico quando si inserisce l'osservazione di una specie per la quale è obbligatoria  la compilazione. Se utilizzate NaturaList, vedete queste osservazioni sulla pagina iniziale di ornitho.ch, nella rubrica “Le mie osservazione senza formulario per il COS”.

Se avete la fortuna di incontrare un uccello raro, prendetevi il tempo di documentare la vostra osservazione. Anche delle foto o dei video di qualità media oppure tracce di audio (di solito è sufficiente una registrazione video con lo smartphone) possono aiutare a documentare un’osservazione, ma non sono obbligatorie. In mancanza di una tale documentazione oppure con l’impossibilità di cogliere delle caratteristiche identificative importanti, è decisivo che descrivete in modo dettagliato cosa siete riusciti a vedere. Per farlo, utilizzate il campo "descrizione", annotando prima in poche parole come avete trovato l'uccello e qual’è stato il suo comportamento. Se non siete la persona che l’ha trovato, ma sapete chi è stato, fatelo presente. Descrivete quindi l'uccello, iniziando dalle sue dimensioni rispetto alle altre specie presenti. Elencate quindi tutti i dettagli che avete osservato (forma, lunghezza e colore del becco; colorazione della testa, del dorso, delle ali, delle parti inferiori, del groppone e delle copritrici sottocaudali; lunghezza e colorazione delle zampe; anche uno schizzo può essere molto utile) e descrivete il più possibile i versi o il canto. Indicate inoltre quali caratteristiche identificative non sono state rilevate. Se la specie è simile a una o più specie, fate la diagnosi differenziale: annotate per quali motivi si tratta della specie rara e non di un’altra specie simile.

Nella sezione "identificazione" indicate nel campo "esperienza con questa specie" se avete già visto questa specie rara (se sì, dove e quante volte?) o se è la prima volta per voi.

Come regola generale, la responsabilità di documentare un’osservazione insolita spetta alla persona che ha scoperto l'uccello. Se l'uccello si ferma più a lungo, è importante documentare anche l'ultima data di osservazione. Allo stesso modo, è necessario documentare altri individui se il numero varia, così come l’osservazione dell'uccello in una nuova località.

Vi ringraziamo per la vostra collaborazione e vi auguriamo molte piacevoli sorprese nei prossimi mesi.

inviato da Bernard Volet
 
giovedì 10 novembre 2022
tipnews
Uccelli
Letture di anelli

Quando si riescono a leggere gli anelli colorati o quelli metallici, collari o placche nasali o alari sugli uccelli, è possibile trasmettere le informazioni alla centrale di inanellamento alla Stazione ornitologica svizzera, direttamente da ornitho.ch. Basta cliccare su «L’individuo è marcato…», in basso a destra della scheda. Nella finestra che si apre sono richieste altre informazioni che vengono trasmesse direttamente alla centrale di inanellamento che le gestisce. Un messaggio automatico da ring@vogelwarte.ch conferma per e-mail il ricevimento della segnalazione. L’osservatore verrà successivamente informato sull’origine dell’individuo segnalato ma per questo è necessaria un po’ di pazienza perché possono passare alcuni mesi… Letture di anelli di animali allevati o di piccioni viaggiatori non devono essere trasmesse. Letture incomplete o erronee non verranno considerate.

Ci interessano molto gli individui che soggiornano per un lungo periodo e vi siamo molto riconoscenti quindi di segnalarci sistematicamente tutte le possibili letture di anellid’individui fedeli, ad esempio, a uno stesso luogo di svernamento.

Ringraziandovi per la vostra collaborazione, vi auguriamo splendide osservazioni.

inviato da Bernard Volet
 
giovedì 3 novembre 2022
avinews
Programma dei corsi InfoSpecies 2023 online

Scoprite l'ampia gamma di corsi offerti da InfoSpecies, il Centro svizzero di informazione sulle specie, di cui fa parte anche la Stazione ornitologica svizzera. Include corsi sulla conoscenza delle specie, sugli habitat, sulla conservazione delle specie, sugli strumenti di segnalazione e sulle app, dal livello principiante alla specializzazione. Desiderate essere informati sui nuovi corsi due o tre volte l'anno via e-mail? Iscrivetevi alle News Formazione InfoSpecies.

inviato da Bernard Volet
 
venerdì 28 ottobre 2022
avinews
Uccelli
Bollettino del Servizio di informazione ornitologica della Stazione ornitologica svizzera

Due volte all’anno la Stazione ornitologica svizzera pubblica il così detto Bollettino SI. In esso sono riassunti le osservazioni particolari e lo sviluppo degli uccelli in Svizzera per gli ultimi mesi. La base è costituita dalle osservazioni su ornitho.ch. In aggiunta ci sono informazioni dai progetti di sorveglianza della Stazione ornitologica svizzera e particolari letture di anelli. Qui trovate l’ultima edizione.

Vi auguriamo una piacevole lettura!

Il vostro team ornitho.ch

inviato da Bernard Volet
 
giovedì 27 ottobre 2022
avinews
Uccelli
Hors-série Nos Oiseaux de Michel Antoniazza

La sponda meridionale del lago di Neuchâtel è oggetto di numerosi programmi di monitoraggio biologico che guidano le misure di manutenzione delle paludi realizzate dall'Associazione della Grande Cariçaie. Michel Antoniazza (1952-2021) ha dedicato tutta la sua carriera a questo progetto e ne è stato uno dei principali artefici. Tra il 2017 e il 2020, si è occupato di sintetizzare i risultati del monitoraggio delle specie di uccelli che si riproducono nella Grande Cariçaie, la più grande palude lacustre della Svizzera.

Tutte queste conoscenze, che coprono gli anni dal 2000 al 2020, saranno presto disponibili in un'edizione speciale della rivista della Société romande d’étude et de protection des oiseaux Nos Oiseaux, di cui Michel è stato membro del comitato per molti anni. Oltre all'evoluzione delle popolazioni di uccelli, quest'opera include anche informazioni originali sul comportamento delle specie, frutto delle molte ore trascorse da Michel sul campo. Questo libretto speciale, di circa 200 pagine, sarà disponibile solo su prenotazione e verrà distribuito la prossima primavera. Sarà offerto ai soci di Nos Oiseaux che lo desiderano e sarà disponibile al prezzo di 20 franchi (+ spese postali) per i non soci. Gli interessati sono quindi invitati, da oggi fino alla fine di dicembre 2022, a prenotare il libro!

inviato da Bernard Volet
 
venerdì 7 ottobre 2022
tipnews
Uccelli
Quale superfice copre una lista delle osservazioni?

Le vostre liste delle osservazioni sono sempre benvenute! Quando però le escursioni si fanno più lunghe, spesso ci si chiede se sia necessario compilare una lunga lista delle osservazioni unica o più liste piccole. Come riferimento, l’area che una lista delle osservazioni copre non dovrebbe essere molto più estesa di 1 km2. Tuttavia, se la superfi cie totale non supera signifi cativamente 1 km2, la lista può riguardare diversi quadrati della griglia del sistema di coordinate svizzero (1 x 1 km2). Eccezioni consentite alla regola del km2 sono: uscite in zone note e di grandi dimensioni (Fanel, lago artifi ciale di Klingnau, Les Grangettes, ecc.) e osservazioni di una vasta area da un unico punto di osservazione (ad es. osservazioni di uccelli acquatici presso le isole di Préverenges, osservazioni migratorie da un valico).

Esempi di applicazione della regola di 1 km2. L’area rossa copre l’area di osservazione. a) Caso ideale di una lista delle osservazioni: anche se sono stati coperti 4 quadrati della griglia del sistema di coordinate svizzero (1 x 1 km), la superficie monitorata è di circa 0,9 km2. b) Eccezione consentita per grandi superfici conosciute per la loro avifauna: nonostante una superficie totale di oltre 1 km2, è possibile inserire una lista delle osservazioni. Se osservate a sinistra del fiume Broye la mattina e a destra nel pomeriggio, potete anche compilare 2 liste delle osservazioni separate. c) Le osservazioni da un punto possono essere inserite come lista delle osservazioni, anche se la superficie osservabile è superiore a 1 km2. d) Questa escursione in montagna copre una distanza maggiore. Si consiglia di compilare una lista delle osservazioni per la prima parte del percorso in caso di osservazione intensiva. In seguito è sufficiente inserire solo le singole osservazioni delle specie A e, se disponibile, delle specie B. Mappa sullo sfondo: Ufficio federale di topografia.

inviato da Hans Schmid
 
martedì 4 ottobre 2022
avinews
Uccelli
Giornate internazionali di osservazione del Gipeto

Le 17me giornate internazionali d'osservazione del Gipeto si terranno quest'anno dal 8 al 15 ottobre, con un particolare accento su sabato 8 ottobre. La fondazione Pro Gipeto è responsabile dell'organizzazione in Svizzera, in collaborazione con la Stazione ornitologica svizzera e Ficedula (in Ticino). Collaborate anche voi con la raccolta dei dati! Trovate ulteriori informazioni hier.

Vi auguriamo una buona ricerca!

inviato da Hans Schmid
 
giovedì 29 settembre 2022
avinews
Luì forestiero in arrivo?

Anche quest'anno ci saranno delle segnalazioni del raro Luì forestiero? Molto probabilmente sì... Rispetto all'anno scorso, la migrazione autunnale del 2022, a livello europeo, sembra essere iniziata meglio. Sono state effettuate numerose osservazioni intorno al Mare del Nord, come mostra l'EuroBirdPortal, che include anche i vostri dati. Se volete essere preparati, potete esercitarvi a riconoscere il verso nella nostra galleria sonora o su xeno-canto.org. La maggior parte delle osservazioni in Svizzera avviene nei primi giorni di ottobre, come dimostrano bene le nostre statistiche sulla specie. Vi auguriamo buona fortuna!

Photo: A. Barras

inviato da Sämi Wechsler
pagina :
1
2
3
4
5
6
7
8
9
>
>|
no./pag. :
nro : 489
 
Biolovision Sàrl (Switzerland), 2003-2022