http://www.vogelwarte.ch
http://www.ala-schweiz.ch/
https://www.nosoiseaux.ch
https://www.ficedula.ch
 
fr
de
it
en
Visitatore Anonimo
 
Pagina iniziale ornitho.ch
I partners di ornitho.ch
Consultare
  Le osservazioni
    - 
Gli ultimi 2 giorni
    - 
Gli ultimi 5 giorni
    - 
Gli ultimi 15 giorni
 - 
Le gallerie
Dati e analisi
 - 
Grifone 2020
 - 
Tarabusino 2020
 - 
Chiurlo piccolo 2020
 - 
Forapaglie comune 2020
 - 
Rigogolo 2020
 - 
Lista degli uccelli della Svizzera
Informazioni
 - 
Leggere le ultime novità
 - 
Specie a pubblicazione limitata
 - 
Codice di comportamento
 - 
Calcolo delle coordinate
  Aiuto
    - 
Spiegazione dei simboli
    - 
Le domande più frequenti
    - 
Video didattici & istruzioni
  Statistiche
Leggere le ultime novità
pagina :
 
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
>
>|
no./pag. :
nro : 412
 
lunedì 28 settembre 2020
avinews
Giornate internazionali di osservazione del Gipeto

Le 15me giornate internazionali d'osservazione del Gipeto si terranno quest'anno dal 3 al 10 ottobre, con un particolare accento su sabato 3 ottobre. La fondazione Pro Gipeto è responsabile dell'organizzazione in Svizzera, in collaborazione con la Stazione ornitologica svizzera e Ficedula (in Ticino). Collaborate anche voi con la raccolta dei dati! ! Trovate ulteriori informazioni qui.

Vi auguriamo una buona ricerca!

inviato da Bernard Volet
 
venerdì 4 settembre 2020
tipnews
Uccelli
Come documentare un’osservazione?

Alcune osservazioni sono marcate con un triangolo giallo con un punto di esclamazione. Questo significa che escono dall’ordinario e devono essere documentate. Si può trattare sia di una specie rara, sia della data di un’osservazione oppure di un luogo di osservazione inabituale.

Documentare un’osservazione consiste essenzialmente descrivere nel dettaglio quello che è stato osservato (dimensioni, silhouette, piumaggio dell’uccello, grida, canto, oltre che il comportamento e le circostanze dell’osservazione, l’esclusione di specie simili). Le prove fotografiche, i video o le registrazioni sonore sono benvenute. La descrizione e tutte le altre informazioni vanno annotate su un formulario di omologazione inviato al Comitato di omologazione svizzero COS (sak@vogelwarte.ch). Questo gruppo di esperti esamina se l’osservazione è sufficientemente documentata per essere presa in considerazione nella letteratura scientifica. Le osservazioni omologate sono marcate con un visto verde dopo il triangolo giallo.

Se un uccello rimane più giorni, non è necessario documentare ogni dato. Viceversa, è molto importante documentare la prima e l’ultima data, oltre che i differenti individui se ne sono presenti diversi. Come regola generale, è la persona che ha scoperto l’uccello che è responsabile di documentare l’osservazione.

Le mancanza di documentazione è la principale causa di non-omologazione da parte del COS. Troppo sovente la descrizione è molto sommaria oppure del tutto mancante. Le frasi come «conosco bene la specie» o «il canto era tipico» o «l’uccello era proprio come nelle guide di identificazione» non sono sufficienti per documentare un’osservazione. I dati non documentati non possono essere presi in considerazione nelle nostre analisi. Sono marcati con un punto di esclamazione rosso e restano visibili per l’osservatore ma non per il pubblico.

Per garantire la qualità dei dati su ornitho.ch, vi raccomandiamo di documentare bene le vostre osservazioni inabituali, inviando rapidamente i formulari di omologazione e altri documenti al COS. Grazie per la vostra fedele partecipazione!

inviato da Bernard Volet
 
mercoledì 26 agosto 2020
technews
Farfalle diurne
Cambiamenti tassonomici in alcune farfalle

Durante l’inserimento dei dati sulle farfalle diurne si può notare che alcuni nomi di specie (latino, francese o tedesco) sono cambiati.

Questi cambiamenti sono la conseguenza di recenti lavori (in particolare genetici) che hanno portato alla rivalutazione dello status di alcuni taxa che si sono tradotti in un aggiornamento dell'elenco europeo di riferimento (Wiemers et al. 2018: https://zookeys.pensoft.net/article/28712/, complementi in Wiemers et al. 2020: https://zookeys.pensoft.net/article/50878/).

A fini di uniformità, e con alcune rare eccezioni, questi cambiamenti sono stati tutti presi in considerazione su ornitho.ch, così come nella banca dati nazionale info fauna-CSCF e si ritrovano anche nella versione tedesca della guida per l'identificazione delle farfalle di giorno (Baudraz & Baudraz 2020). Così, per esempio, Argynnis aglaja si chiama ora Speyeria aglaja. E non è Erebia cassioides che è presente in Svizzera, ma una specie criptica molto vicina Erebia arvernensis. Polyommatus coridon è ora chiamato (e come in passato) Lysandra coridon, ecc. Tutte le modifiche sono indicate qui: https://www.lepido.ch/images/stories/Documentation/Adaptation_especes_2020.pdf

Rispetto ai nomi vernacolari (tedeschi-francesi), ne esiste spesso una grande varietà per designare una sola e stessa specie. Queste variazioni possono essere regionali (differenze tra Germania e Svizzera) o storiche (variazioni nel tempo e quindi nelle opere di riferimento). Ancora una volta, nell'interesse dell'uniformità, abbiamo cercato di proporne uno solo, quello che ci sembrava più pertinente e adeguato dopo aver discusso con diversi specialisti.

Speriamo che questi cambiamenti non sconvolgano troppo le vostre abitudini e rimaniamo a disposizione per qualsiasi domanda o per problemi di corrispondenza delle nomenclature.

inviato da Thierry Bohnenstengel
 
martedì 25 agosto 2020
tipnews
Uccelli
Quali sono le specie da contare?

L'autunno è già in pieno svolgimento. Che vi rechiate nella vostra zona escursionistica preferita, che vi spostiate in un luogo per osservare la migrazione, non dimenticate di compilare una lista completa di osservazioni! Ma per quali specie è necessario indicare numeri precisi? Se volete, potete contare tutte le specie, ma se ciò risultasse troppo impegnativo, contate almeno le specie della categoria A (quelle con un punto rosso davanti al loro nome). Per analisi come il calcolo dell'indice di presenza, le indicazioni dei numeri sono essenziali. Per una tale analisi, 200 Falchi pecchiaioli contati sono 200 volte di più importanti rispetto a una semplice crocetta per confermare la presenza della specie. Se possibile, contate tutte le specie A o fornite almeno una stima o un numero minimo.

Vi auguriamo belle osservazioni durante la migrazione!

inviato da Bernard Volet
 
mercoledì 19 agosto 2020
tipnews
Uccelli
La Passera europea a sud di Bellinzona

La Passera europea è presente in Ticino in una zona d’ibridazione con la Passera d’Italia che si estende dal Gottardo fino all’altezza di Bellinzona. Tutti gli individui  a sud di Bellinzona sono, allo stato attuale delle conoscenze, considerati Passere d’Italia e sono da segnalare come tali.

Anche qui singoli individui maschi possono mostrare caratteristiche della Passera europea; in questo caso è possibile scegliere la voce “Passera d’Italia x Passera europea”.

Se osservate a sud di Bellinzona una Passera europea “pura”, vi siamo grati se ci inviate delle foto documentative.

Grazie mille per la vostra collaborazione

http://files.biolovision.net/www.ornitho.ch/userfiles/instructions/40FocusKraehen2i.png

Fonte: https://www.vogelwarte.ch/atlas

inviato da Bernard Volet
 
domenica 16 agosto 2020
avinews
Uccelli
Comunicato del COS

Il Comitato di omologazione svizzero (COS) comunica che il verbale dell’ultima seduta del 1° luglio 2020 può essere scaricato dal nostro sito internet www.vogelwarte.ch/cos. Fra i dati omologati compaiono, fra l'altro, la 1a segnalazione di Tortora orientale, la 8a segnalazione di Luì verdastro, la 10a segnalazione di Gabbiano corso, la 8a segnalazione di Piro piro del Terek dal 1900 e la 19a segnalazione di Grillaio dal 1900.

Per facilitare il lavoro amministrativo, il COS chiede agli osservatori di inviare tempestivamente i rapporti di omologazione, se possibile in forma elettronica (preferibilmente in formato Word) all'indirizzo sak@vogelwarte.ch, con le eventuali fotografie. Il formulario elettronico può essere scaricato dal sito internet del COS (www.vogelwarte.ch/cos-downloads). Come regola generale, è la persona che ha scoperto l’uccello che è responsabile di documentare l’osservazione.

Il COS vi ringrazia calorosamente e vi augura interessanti osservazioni estivi!

inviato da Bernard Volet
 
venerdì 14 agosto 2020
tipnews
Uccelli
Codice Atlante in tarda estate

A seconda della specie di uccelli nidificanti, dal 1° luglio o dal 1° agosto il codice atlante non viene più richiesto automaticamente dal sistema. Vi saremmo comunque grati se continuaste a metterlo in casi con fondati indizi di nidificazione (codice atlante 7 o più alto). Ciò vale in particolare per le famiglie di anatre con giovani non ancora indipendenti.

Grazie mille per la vostra collaborazione

inviato da Bernard Volet
 
mercoledì 29 luglio 2020
tipnews
Concorso 2020: liste complete delle osservazioni

A febbraio vi abbiamo chiesto di compilare, quando possibile, liste complete delle osservazioni. Nelle istruzioni in pdf nel menu "Cosa segnalare?” spieghiamo perché sono così utili. Come piccolo incentivo offriamo ai più attivi utenti 6 copie dell'Atlante europeo degli uccelli nidificanti, che sarà pubblicato alla fine dell'anno.

Siamo lieti di presentarvi qui l’attuale bilancio intermedio. Nell'aprile 2020, ad esempio, sono state compilate 4251 liste di osservazioni – un risultato fantastico. Avanti così!

Le seguenti tabelle mostrano le persone più attive nelle categorie "il maggior numero di liste complete delle osservazioni” (in alto) e "maggior parte delle segnalazioni su liste complete delle osservazioni (in basso)" (al 27.7.2020).

Sono prese in considerazione solo le liste complete delle osservazioni con una durata pari o superiore a 30 minuti (pertanto possono esserci piccole differenze rispetto alle statistiche su ornitho.ch). La classifica attuale con tutti gli utenti (con almeno 20 liste) può essere scaricata qui.

http://files.biolovision.net/www.ornitho.ch/userfiles/news/Top15.png

Titoli delle colonne: rank = posizione nella classifica, nb_lists = numero delle liste complete di osservazioni, nb_obs = numero totale delle osservazioni, nb_listobs = numero delle osservazioni che si trovano su liste complete di osservazioni, perc_listobs = percentuale delle segnalazioni che si trovano su liste complete di osservazioni. Vincitori, allo stato attuale, dei 6 Atlanti europei di uccelli nidificanti (i vincitori definitivi saranno decretati in base ai risultati aggiornati al 31.12.).

inviato da Sämi Wechsler
 
giovedì 16 luglio 2020
tipnews
Uccelli
Osservazioni in montagna

Le osservazioni sopra il confine del bosco sono molto preziose perché la densità dei rilevatori nelle Alpi e nel Giura è piuttosto bassa. Siamo interessati anche a osservazioni ad alta quota di uccelli in migrazione e svernanti. Quando inserite le vostre osservazioni, non dimenticate di controllare l'altitudine suggerita dal sistema e di correggerla, se necessario.

Per ottenere le migliori informazioni possibili, vi chiediamo di inserire possibilmente il punto preciso (zoomate sulla mappa fino a quando non appaiono i punti blu e gialli, poi cliccate sul luogo dell’osservazione; nel menu che si apre selezionate "Aggiungere un’osservazione precisa"; l’estremità del puntatore rosso indica il luogo dell’osservazione). Così facendo, l'altitudine viene determinata automaticamente dal sistema. È inoltre possibile aggiungere le localizzazioni esatte alle liste di osservazione (vedi tipnews del 7.5.2020). Se si utilizza NaturaList, tutti i dati vengono localizzati automaticamente in modo preciso.

Vi ringraziamo in anticipo e vi auguriamo belle escursioni!

inviato da Bernard Volet
 
giovedì 2 luglio 2020
tipnews
Uccelli
Uccelli giovani: quale codice atlante utilizzare e come registrare l'età?

 

Verso l'estate, il numero di giovani uccelli aumenta. Poiché sono la prova di una nidificazione avvenuta con successo, è importante segnalarli nel modo più corretto possibile.

Di fondamentale importanza è il codice atlante. Consigliamo di utilizzare sempre il codice più alto possibile. I seguenti codici confermano la presenza di giovani della stagione riproduttiva in corso: 13, 16 e 19.

Il codice atlante 19 viene utilizzato quando si trova un nido contenente uova o giovani. Non è necessario vedere i giovani. È sufficiente se sentite i versi dei piccoli che chiedono cibo, ad esempio in una cassetta nido, o se vedete adulti che portano regolarmente cibo al nido.

Il codice atlante 16 viene utilizzato se si vede almeno 1 adulto che trasporta cibo per i giovani. Non deve essere utilizzato, tuttavia, se gli uccelli si nutrono per il corteggiamento o se un adulto porta il cibo al suo partner. D'altra parte, questo codice può essere anche utilizzato se si osserva un adulto che nutre un giovane al di fuori del nido. Questo vale soprattutto per gli uccelli canori.

Il codice atlante 13 si riferisce ai giovani che hanno lasciato il nido. Nel caso di nidicoli (ad es. uccelli canori, rapaci) il codice deve essere utilizzato solo nei primi giorni dopo l’involo, quando i giovani dipendono ancora chiaramente dai genitori. Questo perché più tardi, i giovani spesso iniziano ampi voli di ricognizione. Come caso estremo ricordiamo le giovani Nitticore. Possono arrivare da noi già a giugno, spesso hanno ancora resti del piumino da pulcino sulla testa, ma sono state covate fuori dal paese. In questi casi non va aggiunto alcun codice atlante! Nel caso dei nidifughi, in particolare delle anatre, il codice viene utilizzato finché le famiglie sono ancora facilmente riconoscibili come tali. Può essere utilizzato anche per giovani più grandi, fino a quando non acquisiscono la capacità di volare.

Per quanto riguarda le informazioni dettagliate sull'età e sul sesso, ci sono diversi modi per indicare i giovani dell'anno solare in corso: pulcino, 1° anno, immaturo. Il termine "pulcino" si riferisce a un nidicolo che si trova ancora nel nido e a un nidifugo ancora nel piumino da pulcino. Nidicoli fuori dal nido e nidifughi che hanno già l'abito giovanile si chiamano "1° anno”. Naturalmente un pulcino è anche un giovane al 1° anno e non è sbagliato chiamare un pulcino in questo modo - è semplicemente meno preciso. Il termine "immaturo", invece, è molto impreciso e possibilmente dovrebbe essere evitato per uccelli che possono essere chiaramente identificati come nati nell’anno solare in corso.

Inoltre vorremo ricordare che è molto prezioso, per quanto riguarda le famiglie di anatre, indicare nel campo riservato ai commenti, il numero di giovani e delle famiglie così come la dimensione dei giovani (in ottavi rispetto alla madre). Vedi l'opuscolo "Determinazione dell‘età delle giovani anatre”.

Quanto più precise sono le vostre segnalazioni, tanto più facile è interpretarle correttamente. Grazie mille per il vostro aiuto!

inviato da Bernard Volet
pagina :
 
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
>
>|
no./pag. :
nro : 412
 
Biolovision Sàrl (Switzerland), 2003-2020