http://www.vogelwarte.ch
http://www.ala-schweiz.ch/
https://www.nosoiseaux.ch
https://www.ficedula.ch
 
fr
de
it
en
Visitatore Anonimo
 
Pagina iniziale ornitho.ch
I partners di ornitho.ch
Consultare
  Le osservazioni
    - 
Gli ultimi 2 giorni
    - 
Gli ultimi 5 giorni
    - 
Gli ultimi 15 giorni
 - 
Le gallerie
Dati e analisi
 - 
Tarabuso 20-21
 - 
Gambecchio comune 2020
 - 
Codirosso comune 2020
 - 
Luì forestiero 2020
 - 
Pispola 2020
 - 
Averla maggiore 2020
 - 
Frosone 2020
 - 
Lista degli uccelli della Svizzera
Informazioni
 - 
Leggere le ultime novità
 - 
Specie a pubblicazione limitata
 - 
Codice di comportamento
 - 
Calcolo delle coordinate
  Aiuto
    - 
Spiegazione dei simboli
    - 
Le domande più frequenti
    - 
Video didattici & istruzioni
  Statistiche
Leggere le ultime novità
pagina :
 
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
>
>|
no./pag. :
nro : 415
 
venerdì 23 ottobre 2020
avinews
Uccelli
Bollettino del Servizio di informazione ornitologica della Stazione ornitologica svizzera

Due volte all’anno la Stazione ornitologica svizzera pubblica il così detto Bollettino SI. In esso sono riassunti le osservazioni particolari e lo sviluppo degli uccelli in Svizzera per gli ultimi mesi. La base è costituita dalle osservazioni su ornitho.ch. In aggiunta ci sono informazioni dai progetti di sorveglianza della Stazione ornitologica svizzera e particolari letture di anelli. Qui trovate l’ultima edizione.

Vi auguriamo una piacevole lettura!

inviato da Bernard Volet
 
lunedì 12 ottobre 2020
atlasnews
Uccelli
EBBA2 – l’Atlante degli uccelli nidificanti in Europa è ora acquistabile in prevendita!

Il nuovo libro di riferimento sulla distribuzione degli uccelli nidificanti in Europa, l’Atlante degli uccelli nidificanti in Europa EBBA2, uscirà a inizio dicembre 2020. Il libro può essere ordinato fino al 30 november 2020 in prevendita al prezzo promozionale di 70 Euro (più costi di spedizione). Si prega di fare le ordinazioni direttamente presso la casa editrice. Il libro esce in lingua inglese. Ulteriori informazioni sul libro e sul modulo d’ordine sono disponibili qui.

inviato da Hans Schmid
 
giovedì 1 ottobre 2020
tipnews
Uccelli
Quale superfice copre una lista delle osservazioni?

Le vostre liste delle osservazioni sono sempre benvenute! Quando però le escursioni si fanno più lunghe, spesso ci si chiede se sia necessario compilare una lunga lista delle osservazioni unica o più liste piccole. Come riferimento, l’area che una lista delle osservazioni copre non dovrebbe essere molto più estesa di 1 km2. Tuttavia, se la superfi cie totale non supera signifi cativamente 1 km2, la lista può riguardare diversi quadrati della griglia del sistema di coordinate svizzero (1 x 1 km2). Eccezioni consentite alla regola del km2 sono: uscite in zone note e di grandi dimensioni (Fanel, lago artifi ciale di Klingnau, Les Grangettes, ecc.) e osservazioni di una vasta area da un unico punto di osservazione (ad es. osservazioni di uccelli acquatici presso le isole di Préverenges, osservazioni migratorie da un valico).

Esempi di applicazione della regola di 1 km2. L’area rossa copre l’area di osservazione. a) Caso ideale di una lista delle osservazioni: anche se sono stati coperti 4 quadrati della griglia del sistema di coordinate svizzero (1 x 1 km), la superficie monitorata è di circa 0,9 km2. b) Eccezione consentita per grandi superfici conosciute per la loro avifauna: nonostante una superficie totale di oltre 1 km2, è possibile inserire una lista delle osservazioni. Se osservate a sinistra del fiume Broye la mattina e a destra nel pomeriggio, potete anche compilare 2 liste delle osservazioni separate. c) Le osservazioni da un punto possono essere inserite come lista delle osservazioni, anche se la superficie osservabile è superiore a 1 km2. d) Questa escursione in montagna copre una distanza maggiore. Si consiglia di compilare una lista delle osservazioni per la prima parte del percorso in caso di osservazione intensiva. In seguito è sufficiente inserire solo le singole osservazioni delle specie A e, se disponibile, delle specie B. Mappa sullo sfondo: Ufficio federale di topografia.

inviato da Hans Schmid
 
lunedì 28 settembre 2020
avinews
Uccelli
Giornate internazionali di osservazione del Gipeto

Le 15me giornate internazionali d'osservazione del Gipeto si terranno quest'anno dal 3 al 10 ottobre, con un particolare accento su sabato 3 ottobre. La fondazione Pro Gipeto è responsabile dell'organizzazione in Svizzera, in collaborazione con la Stazione ornitologica svizzera e Ficedula (in Ticino). Collaborate anche voi con la raccolta dei dati! ! Trovate ulteriori informazioni qui.

Vi auguriamo una buona ricerca!

inviato da Bernard Volet
 
venerdì 4 settembre 2020
tipnews
Uccelli
Come documentare un’osservazione?

Alcune osservazioni sono marcate con un triangolo giallo con un punto di esclamazione. Questo significa che escono dall’ordinario e devono essere documentate. Si può trattare sia di una specie rara, sia della data di un’osservazione oppure di un luogo di osservazione inabituale.

Documentare un’osservazione consiste essenzialmente descrivere nel dettaglio quello che è stato osservato (dimensioni, silhouette, piumaggio dell’uccello, grida, canto, oltre che il comportamento e le circostanze dell’osservazione, l’esclusione di specie simili). Le prove fotografiche, i video o le registrazioni sonore sono benvenute. La descrizione e tutte le altre informazioni vanno annotate su un formulario di omologazione inviato al Comitato di omologazione svizzero COS (sak@vogelwarte.ch). Questo gruppo di esperti esamina se l’osservazione è sufficientemente documentata per essere presa in considerazione nella letteratura scientifica. Le osservazioni omologate sono marcate con un visto verde dopo il triangolo giallo.

Se un uccello rimane più giorni, non è necessario documentare ogni dato. Viceversa, è molto importante documentare la prima e l’ultima data, oltre che i differenti individui se ne sono presenti diversi. Come regola generale, è la persona che ha scoperto l’uccello che è responsabile di documentare l’osservazione.

Le mancanza di documentazione è la principale causa di non-omologazione da parte del COS. Troppo sovente la descrizione è molto sommaria oppure del tutto mancante. Le frasi come «conosco bene la specie» o «il canto era tipico» o «l’uccello era proprio come nelle guide di identificazione» non sono sufficienti per documentare un’osservazione. I dati non documentati non possono essere presi in considerazione nelle nostre analisi. Sono marcati con un punto di esclamazione rosso e restano visibili per l’osservatore ma non per il pubblico.

Per garantire la qualità dei dati su ornitho.ch, vi raccomandiamo di documentare bene le vostre osservazioni inabituali, inviando rapidamente i formulari di omologazione e altri documenti al COS. Grazie per la vostra fedele partecipazione!

inviato da Bernard Volet
 
mercoledì 26 agosto 2020
technews
Farfalle diurne
Cambiamenti tassonomici in alcune farfalle

Durante l’inserimento dei dati sulle farfalle diurne si può notare che alcuni nomi di specie (latino, francese o tedesco) sono cambiati.

Questi cambiamenti sono la conseguenza di recenti lavori (in particolare genetici) che hanno portato alla rivalutazione dello status di alcuni taxa che si sono tradotti in un aggiornamento dell'elenco europeo di riferimento (Wiemers et al. 2018: https://zookeys.pensoft.net/article/28712/, complementi in Wiemers et al. 2020: https://zookeys.pensoft.net/article/50878/).

A fini di uniformità, e con alcune rare eccezioni, questi cambiamenti sono stati tutti presi in considerazione su ornitho.ch, così come nella banca dati nazionale info fauna-CSCF e si ritrovano anche nella versione tedesca della guida per l'identificazione delle farfalle di giorno (Baudraz & Baudraz 2020). Così, per esempio, Argynnis aglaja si chiama ora Speyeria aglaja. E non è Erebia cassioides che è presente in Svizzera, ma una specie criptica molto vicina Erebia arvernensis. Polyommatus coridon è ora chiamato (e come in passato) Lysandra coridon, ecc. Tutte le modifiche sono indicate qui: https://www.lepido.ch/images/stories/Documentation/Adaptation_especes_2020.pdf

Rispetto ai nomi vernacolari (tedeschi-francesi), ne esiste spesso una grande varietà per designare una sola e stessa specie. Queste variazioni possono essere regionali (differenze tra Germania e Svizzera) o storiche (variazioni nel tempo e quindi nelle opere di riferimento). Ancora una volta, nell'interesse dell'uniformità, abbiamo cercato di proporne uno solo, quello che ci sembrava più pertinente e adeguato dopo aver discusso con diversi specialisti.

Speriamo che questi cambiamenti non sconvolgano troppo le vostre abitudini e rimaniamo a disposizione per qualsiasi domanda o per problemi di corrispondenza delle nomenclature.

inviato da Thierry Bohnenstengel
 
martedì 25 agosto 2020
tipnews
Uccelli
Quali sono le specie da contare?

L'autunno è già in pieno svolgimento. Che vi rechiate nella vostra zona escursionistica preferita, che vi spostiate in un luogo per osservare la migrazione, non dimenticate di compilare una lista completa di osservazioni! Ma per quali specie è necessario indicare numeri precisi? Se volete, potete contare tutte le specie, ma se ciò risultasse troppo impegnativo, contate almeno le specie della categoria A (quelle con un punto rosso davanti al loro nome). Per analisi come il calcolo dell'indice di presenza, le indicazioni dei numeri sono essenziali. Per una tale analisi, 200 Falchi pecchiaioli contati sono 200 volte di più importanti rispetto a una semplice crocetta per confermare la presenza della specie. Se possibile, contate tutte le specie A o fornite almeno una stima o un numero minimo.

Vi auguriamo belle osservazioni durante la migrazione!

inviato da Bernard Volet
 
mercoledì 19 agosto 2020
tipnews
Uccelli
La Passera europea a sud di Bellinzona

La Passera europea è presente in Ticino in una zona d’ibridazione con la Passera d’Italia che si estende dal Gottardo fino all’altezza di Bellinzona. Tutti gli individui  a sud di Bellinzona sono, allo stato attuale delle conoscenze, considerati Passere d’Italia e sono da segnalare come tali.

Anche qui singoli individui maschi possono mostrare caratteristiche della Passera europea; in questo caso è possibile scegliere la voce “Passera d’Italia x Passera europea”.

Se osservate a sud di Bellinzona una Passera europea “pura”, vi siamo grati se ci inviate delle foto documentative.

Grazie mille per la vostra collaborazione

http://files.biolovision.net/www.ornitho.ch/userfiles/instructions/40FocusKraehen2i.png

Fonte: https://www.vogelwarte.ch/atlas

inviato da Bernard Volet
 
domenica 16 agosto 2020
avinews
Uccelli
Comunicato del COS

Il Comitato di omologazione svizzero (COS) comunica che il verbale dell’ultima seduta del 1° luglio 2020 può essere scaricato dal nostro sito internet www.vogelwarte.ch/cos. Fra i dati omologati compaiono, fra l'altro, la 1a segnalazione di Tortora orientale, la 8a segnalazione di Luì verdastro, la 10a segnalazione di Gabbiano corso, la 8a segnalazione di Piro piro del Terek dal 1900 e la 19a segnalazione di Grillaio dal 1900.

Per facilitare il lavoro amministrativo, il COS chiede agli osservatori di inviare tempestivamente i rapporti di omologazione, se possibile in forma elettronica (preferibilmente in formato Word) all'indirizzo sak@vogelwarte.ch, con le eventuali fotografie. Il formulario elettronico può essere scaricato dal sito internet del COS (www.vogelwarte.ch/cos-downloads). Come regola generale, è la persona che ha scoperto l’uccello che è responsabile di documentare l’osservazione.

Il COS vi ringrazia calorosamente e vi augura interessanti osservazioni estivi!

inviato da Bernard Volet
 
venerdì 14 agosto 2020
tipnews
Uccelli
Codice Atlante in tarda estate

A seconda della specie di uccelli nidificanti, dal 1° luglio o dal 1° agosto il codice atlante non viene più richiesto automaticamente dal sistema. Vi saremmo comunque grati se continuaste a metterlo in casi con fondati indizi di nidificazione (codice atlante 7 o più alto). Ciò vale in particolare per le famiglie di anatre con giovani non ancora indipendenti.

Grazie mille per la vostra collaborazione

inviato da Bernard Volet
pagina :
 
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
>
>|
no./pag. :
nro : 415
 
Biolovision Sàrl (Switzerland), 2003-2020